LA FIERA DEL BROCCANTE

Anticaglie, Curiosità, Abbigliamento

Possono partecipare adulti e bambini per vendere e comperare qualsiasi tipo di oggetto antico, vecchio o moderno.

Chi non ha mai sentito nominare il “Mercato delle Pulci” di Parigi? Le prime bancarelle del mercato più famoso del mondo comparvero nel 1860 dietro la Porte de Clignancourt, dove si trova ancora oggi questo rassegna di tutto un po’.

Mondosano desidera risvegliare nel quartiere, un tempo denominato guarda caso “la Fera”, una tradizione popolare che offre al visitatore il piacere di frugare tra centinaia di oggetti e, perché no, forse la possibilità di scoprire il pezzo raro inatteso o tanto cercato.

Una visita alla Fiera del Broccante costituisce un buon motivo per approfittare di una passeggiata tra oggetti e curiosità che sprigionano l’incomparabile fascino d’altri tempi e il desiderio di ogni “brocanteur” (venditore) di dare un significato speciale al proprio venduto.

LA DEFINIZIONE

Per chi avesse qualche dubbio sui termini ricordiamo che per i francesi “brocante” è l’attività del “brocanteur” – persona che fa commercio di “vecchi oggetti, curiosità e anticaglie”

 

IL REGOLAMENTO

  • Può partecipare chiunque

  • Merceologia: vecchi oggetti, curiosità e anticaglie
  • Quota di partecipazione: 5 €
  • Allestimento: alcuni tavoli e sedie sono a disposizione al Papacqua.

    Portare telo da tavolo ed eventuale ombrellone o gazebo

  • Orario: tutti pronti alle 8.00 fino a quando la luce ci accompagna

  • Per esporre è necessario iscriversi almeno 15 giorni prima di ogni data al numero 0376 364636 (escluso ore pasti e domeniche) ed essere tesserati Arci.