La visita medica secondo l'Āyurveda

 

polso

 

L’Āyurveda è un sistema medico completo che considera l’individuo nel suo complesso di corpo mente ed anima, in continua interrelazione e scambio con l’ambiente.

Come si svolge

La visita medica ayurvedica (eseguita da un medico esperto in Āyurveda) pertanto prenderà in considerazione tutti questi elementi. Lo stato fisico e funzionale verrà saggiato attraverso tecniche semeiotiche molto simili nella pratica a quelle della medicina occidentale, ma diverse nell’interpretazione, che, appunto, sarà secondo i principi ayurvedici.

Osservazione, palpazione, percussione, auscultazione, la presa del polso, l’esame della lingua, l’esame degli occhi, sono alcune delle azioni diagnostiche più comuni. Se sono presenti esami strumentali, verranno anch’essi presi in considerazione. Lo stato mentale e spirituale verranno saggiati attraverso un’analisi profonda della personalità e delle relazioni del paziente attraverso un colloquio approfondito ed un’attenta raccolta della sua storia (anamnesi), sia di vita normale che del disturbo riferito.

Scopo della visita

Lo scopo della visita ayurvedica è quello di definire la costituzione psicofisica del paziente (Prakriti), il suo stato ideale di salute, la natura dello squilibrio presente (Vikriti), al fine di costruire una sequenza logica fisiopatologica (Samprapti) su cui basare l’intervento terapeutico.

Modalità di cura

L’Ayurveda propone diverse modalità di cura che si rivolgono ad ogni aspetto della vita, il medico ayurvedico non sarà quindi un semplice prescrittore di farmaci, ma aiuterà il paziente a ritrovare il suo equilibrio e potrà prevedere anche uno stile alimentare personalizzato, una corretta routine igienica quotidiana (Dinacharya), nonchè la prescrizione dei vari trattamenti fisici che l’Ayurveda prevede.

tratto da tratto da